mormon.org Mondiale

Ciao, mi chiamo Luis Vance T.

  • Vance Taylor
  • Vance Taylor
  • Vance Taylor
  • Vance Taylor
  • Vance Taylor
  • Vance Taylor
  • Vance Taylor
  • Vance Taylor

Chi sono

Sono padre di due bellissimi bambini, mi piace guardare lo sport e seguo molto la politica. Sono orginario del nord della california, ma mi sono trasferito a Washington D.C. 10 anni fa per lavorare al Campidoglio. È stato bello osservare dall’interno il sistema politico degli Stati Uniti e sono fiero di aver fatto la mia parte. Mi sono laureato in sicurezza del territorio mentre lavoravo a tempo pieno e stavo creando la mia famiglia; non è stato facile ma, col sostegno di mia moglie e del Padre Celeste, ce l’ho fatta. Ora faccio solo del mio meglio per prendermi cura della mia famiglia.

Perché sono mormone

Ho conosciuto la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni a 12 anni. Sebbene fossi giovane, mi avvicinai a Dio in preghiera e Gli chiesi di dirmi se i principi e le dottrine che stavo imparando fossero vere mediante la testimonianza inquivocabile dello Spirito Santo ed Egli lo fece. Da quel momento in poi sono sempre stato attivo nella Chiesa. Mentre nella vita la felicità e i problemi vanno e vengono, la gioia che ho provato nell’osservare i comandamenti e nel seguire gli insegnamenti del Salvatore è cresciuta in modo costante. Essere mormoni è qualcosa di più di andare alle riunioni della Chiesa ogni settimana. Io sono mormone perché il Vangelo mi aiuta davvero a comprendere chi sono. So perché sono qui, da dove vengo e dove sto andando. Queste verità spronano me e la mia famiglia a vivere in modo più felice e pieno. Tutto ciò non ha prezzo.

Storie personali

Ti invitiamo a spiegare il ruolo che la preghiera ha nella tua vita.

La preghiera gioca un ruolo fondamentale nella mia vita. Io e la mia famiglia preghiamo insieme ogni giorno. Farlo ci dà la meravigliosa opportunità di presentarci insieme dinanzi al Signore. Quando nella preghiera esprimiamo i nostri pensieri e le preoccupazioni del nostro cuore, ci avviciniamo gli uni agli altri e rinnoviamo la nostra fede nel fatto che, nonostante le circostanze, abbiamo tutti l’incredibile beneficio di avere un padre in cielo che ci ama e si cura di noi. La preghiera mi aiuta a ricordare ciò che conta nella vita e ci fornisce esperienze che ci edificano spiritualmente. Ci permette anche di aprire la finestra delle benedizioni che provengono dal cielo a favore di coloro che abbiamo a cuore. Durante la giornata, cerco di avere una preghiera nel mio cuore. Mi aiuta ad essere una persona migliore e mi mette in una posizione migliore per ricevere benedizioni. È confortante sapere che, non importa dove io sia o cosa accada intorno a me, il Padre Celeste è lontano lo spazio di una preghiera. Davvero, non sono solo.

Come vivo la mia fede

In parte vivo la mia fede facendo volontariato e servendo nella Chiesa - sono, per esempio, insegnante alla Scuola Domenicale. Quest’anno studiamo l’Antico Testamento. È stato bellissimo imparare insieme alla famiglia del rione (congregazione). Ogni mese, inoltre, visito alcune famiglie a casa loro. Ciò ci permette di conoscerci meglio e fa in modo che essi ricevano un adeguato sostegno ai loro sforzi. Insieme a mia moglie e ai miei figli, partecipo regolarmente alle riunioni della Chiesa e mi sforzo di fare della domenica un giorno di riposo. Più di ogni altra cosa, vivo la mia fede agendo in modo onesto nei rapporti con gli altri e cercando di onorare il nostro Salvatore Gesù Cristo con le mie azioni.