mormon.org Mondiale

Ti invitiamo a condividere i tuoi sentimenti/la tua testimonianza su Joseph Smith.

  • amo questo profeta , sin dalla prima volta che ho letto la sua storia mi ha affascinato la sua esperienza, ed ho una testimonianza personale che era un grande uomo, marito ed amico non che il profeta della restaurazione. Mostra altro

  • So che il Profeta Joseph Smith era un profeta di Dio. Lui ha avuto il coraggio e la perseveranza di svolgere la chiamata che gli ha dato il Signore. Joseph Smith era un fedele discepolo di Gesù Cristo. Mostra altro

  • Joseph Smith era un giovane ragazzo che voleva conoscere il vero vangelo. Egli si ricordò ciò che c’era scritto nella Bibbia: “Se alcuno di voi manca di sapienza, la chiegga a Dio che dona a tutti”. Così fece e ricevette una risposta alla sua domanda. Lo stesso vale per noi: se abbiamo una domanda, poniamola a Dio che dona saggezza a tutti gli uomini. Ho letto il Libro di Mormon e ho pregato per sapere se è una storia vera. Ho ricevuto la conferma della sua veridicità. Credo che Joseph Smith sia un vero profeta di Dio e che per mezzo di lui abbiamo ricevuto la dottrina. La sua vita è stata breve, ma ha fatto cose meravigliose. Mostra altro

  • Prima di conoscere la Chiesa, andai in vacanze per una settimana in Tunisia, sull’isola di Gerba, all’età di 8 anni. Mentre mia famiglia e io camminavamo in un mercato tipico del paese in quella epoca, vedemmo un’uomo che incideva piatti di rame od ottone, non lo so esattamente ma sembrava rame. Mi ricordo vederlo scrivere 2 o 3 parole in arabo (per il luogo) e 2 cifre arabiche (per l’anno), ciò che dovette prendere circa 5 minuti. Ancora oggi posso vederlo nella mia mente tagliare attentamente con il suo martelletto ed il suo piccolo bulino. Apparentemente, i tunisiani erano soliti di lavori di quello tipo. Alcuni anni dopo, appresi che il Libro di Mormon, come si diceva, era in origine scritto su tavole d’oro, da un popolo di origine semitica. Sùbito mi figurai il lavoro che dovesse essere incidere centinai di parole sull’oro — sicuro questo metallo è malleabile, ma incidere è più lungo che digitare sulla tastiera... E per me era già una prova che Joseph Smith, che non aveva la stessa cultura, non inventò niente. Sicuro, non cessai quà. Mentre leggevo questo libro, potevo sentire che un’intera civilizzazione aveva esistita, con persone come noi, che pensano come noi oggi, e avevano la loro propria cultura, un sistemo politico ben struturato, una storia ricca e affascinante, ecc. Ma io so che il Libro di Mormon è vero anzitutto perché ho pregato Dio al suo cospetto e ch’Ei mi ha risposto: “Sì, questo libro è vero e degno di fiducia”. Quindi so che Joseph Smith era un’uomo onesto quando diceva averlo tradotto per il potere divino. Mostra altro

  • Joseph Smith fu il primo profeta scelto da Dio negli ultimi giorni per restaurare il vangelo con tutti i principi e alleanze che erano andati perduti nelle varie epoche e che erano stati tolti dalla Bibbia. Ttramite il libro di Mormon fu restaurata ogni cosa. Joseph nel 1820 era un ragazzino di appena 14 anni che voleva sapere quale delle tante religioni nella zona dove viveva, era quella giusta.Così lesse la Bibbia in Giacomo 1:5 "Che se alcuno di voi manca di sapienza, la chiegga a Dio che dona a tutti liberalmente senza rinfacciare, e gli sarà donata."Questo versetto lo colpì molto e così decise di provare.Andò in un bosco vicino a dove viveva,per pregare nella speranza di sapere quale religione era quella giusta.La sua fede fu talmente grande che Dio Padre e Gesù Cristo apparvero a questo ragazzino così umile e gli dissero che nessuna religione era nel giusto, che si avvicinavano a Dio con la parola ma non con il cuore.Dio Padre dopo aver presentato Cristo a Joseph dicendo" Questo è il mio figlio diletto,ascoltalo!",gli disse che gli avrebbe fatto svolgere una grande opera. Le ore seguenti a questa straordinaria visione, l'angelo Moroni,uno dei profeti del libro di Mormon, scritto nei tempi antichi su tavole d'oro,apparve a Joseph e gli spiegò l'opera che avrebbe dovuto svolgere da lì a pochi anni.Gli fece vedere in visione dove trovare queste tavole antiche scritte dai profeti nelle Americhe dal 600 A.C. in poi; e quando andò su una collina li vicino a dove viveva,riconobbe il luogo e ci andò per vari anni fino a che non potè finalmente prendere le tavole e iniziare a tradurle tramite l'ispirazione dello Spirito Santo, per il potere di Dio,tramite degli oggetti antichi trovati con le tavole detti "interpreti".E così nel 1830 la chiesa di Gesù Cristo fu ristabilita di nuovo sulla terra.Il libro di Mormon fu stampato e il vangelo incominciò a diffondersi tramite questa nuova testimonianza di Cristo.Tutto questo per l'umiltà e la fede di un ragazzo. Mostra altro

  • Sin dalla prima volta che nel 1986, i missionari mi parlarono di Joseph Smith, sentii qualcosa dentro di me dirmi, che lui è stato realmente chiamato da Dio per Restaurare La Chiesa e molte delle Verità del Vangelo che per molti secoli erano rimaste celate al mondo. Successivamente quando i missionari mi mostrarono il filmino in cui si racconta della sua prima Visione, in cui, a seguito di una umile preghiera in un bosco vicino a casa sua, ricevette la meravigliosa manifestazione del Padre e del Figlio che apparvero davanti a lui e gli parlarono, provai nuovamente i sentimenti descritti prima, con una maggiore intensità accompagnati dalla netta sensazione che, benché fosse la prima volta che sentissi parlare di quest'uomo e delle sue rivelazioni, tutto questo l'avessi già saputo prima; come se questa storia l'avessi dimenticata ed in quel momento mi venisse ricordata. Sentivo un calore e una calma sicurezza che Joseph, un umile ragazzo di 14 anni, era realmente un profeta e che aveva davvero visto il Padre e Gesù Cristo in quel bosco e che lo avevano istruito. Circa 7 anni dopo, mentre mi trovavo in missione nel Sud del mio Paese, decisi di leggere un libro che riportava i suoi insegnamenti. Mentre lo leggevo, sentivo la potenza di quello che diceva e insegnava, come se stesse parlando accanto a me. Fu una sensazione molto forte ed intensa, che mi portò a leggere tutto quel libro in pochi giorni, e mi confermò nuovamente, se ancora ce ne fosse stato bisogno, della realtà della sua divina chiamata profetica. So che Joseph Smith è stato ed è un profeta di Dio, da Lui chiamato per riportare sulla terra la Sua Chiesa ed il vero Vangelo di Gesù Cristo. Sono grato a Dio per averlo mandato a restaurare ciò che era andato perduto e per queste testimonianze che mi ha dato, tramite il potere dello Spirito Santo. So anche che tutti gli umili ricercatori della verità possono ricevere questa stessa sicurezza tramite lo Spirito Santo pregando il Padre celeste nel nome del Figlio. Mostra altro

  • Joseph Smith era un uomo normale che amava Dio e voleva fare le cose giuste. Era Cristiano. I suoi genitori frequentavano diverse chiese nonostante credessero nello stesso Dio e nello stesso Gesù. Joseph, però, si chiedeva a quale delle diverse religioni cristiane si dovesse unire. Si chiedeva perché le dottrine delle diverse confessioni non si concorressero. Joseph non era che un ragazzo di 14 anni quando spinto dal desiderio di conoscere la volontà di Dio al suo riguardo, decise di chiedere direttamente a Dio quale confessione fosse giusta. Lesse questo versetto nel libro di Giacomo che dice: "Se uno di voi manca di sapienza, la chiegga a Dio che dona liberalmente senza rinfacciare, e gli sarà donata. Ma chiegga con fede." Questo versetto lo colpì e Joseph si accorse che o doveva rimanere nel buio, o doveva chiedere a Dio come indicava la scrittura. Un giorno nella primavera si 1820, Joseph uscì da casa e si dirigeva verso un vicino bosco con quella domanda in mente: a quale chiesa si doveva unire. Una volta arrivato al posto dove aveva deciso di recarsi, si inginocchiò e cominciò ad offrire a Dio i sentimenti del suo cuore. Nelle sue parole descrivo quello che gli successe: Io vidi esattamente sopra la mia testa una colonna di luce più brillante del sole che discese gradualmente fino a che cadde su di me. Quando la luce stette su di me io vidi due personaggi il cui splendore e la cui gloria sfidano ogni descrizione ritti sopra di me nell'aria. Uno di essi mi parlò, chiamandomi per nome, e disse indicando l’altro: Questo è il mio Figlio diletto. Ascoltalo!” Joseph fu visitato da Dio e il suo figlio Gesù. Gli hanno detto che non esisteva la vera chiesa di Gesù Cristo sulla terra, che era stata persa con la morte di Gesù e degli apostoli. Gli hanno detto che avevano un'opera da fargli compiere, e che tramite questo ragazzo avrebbero restaurato la loro chiesa sulla terra, e che Joseph sarebbe diventato un profeta - un Mosè ai nostri giorni. Che benedizione! Mostra altro

Nessun risultato