mormon.org Mondiale

Perché sono mormone

  • Semplicemente, mi aiuta a dare senso a un mondo in confusione, mi dà speranza e mi rende felice! Come famiglia ci tiene focalizzati e concentrati su ciò che è importante - noi come famiglia eterna! Mostra altro

  • Sono mormona da quando sono nata. Ho accettato la religione da bambina e tutt'ora non potrei immaginare la mia vita non da membro della chiesa. La religione porta una gioia immensa nella mia vita, stringe i miei rapporti familiari rendendo la mia famiglia unita. Mostra altro

  • Sono mormone grazie a mia madre. Incontrò i missionari e accettò il Vangelo quando arrivò in Francia prima che io nascessi, così io sono cresciuta nella Chiesa. Sono mormone perché so che Dio vive; Egli mi ama e ha un piano per me. So che posso davvero rimanere con mio marito per sempre. Questa consapevolezza mi aiuta nella vita di tutti i giorni e durante i momenti difficili. Mi dà il coraggio di prendere decisioni importanti, di fare scelte migliori e di non aver timore del futuro. Mostra altro

  • Sono mormone perché questa è l’unica chiesa che ha dato risposta a tutte le mie domande esistenziali e perché professa il solo vero vangelo. Mostra altro

  • Sono un membro della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni perché ho letto le scritture (particolarmente il Libro di Mormon), vissuto gli insegnamenti del Salvatore restaurato nella nostra epoca, e vedo sempre vedo le benedizioni del Vangelo di Gesù Cristo nella mia vita. Questa è la promessa a coloro che obbediscono. Ho sentito lo Spirito Santo testimoniare che questa chiesa è vera mentre seguo umilmente l'esempio del Redentore. So che Joseph Smith era un profeta di Dio e che mediante lui, Dio ha restaurato il Vangelo. So che il Libro di Mormon è la parola di Dio. So che oggi Dio dirige la Sua chiesa tramite Thomas Monson. So che Gesù Cristo è il Figlio di Dio e svolgé l'Espiazione per noi, e che mediante quell'Espiazione possiamo tornare a Dio. So che questa conoscenza e il tesoro più prezioso e gioioso che potremmo mai ottenere. Perché so che queste cose sono vere, sceglio ad essere un mormone! Mostra altro

  • I miei nonni su entrambi i lati si unì alla chiesa molti anni fa e ha insegnato ai miei genitori sulla fede in Cristo e di altri principi del Vangelo. Sarò per sempre in debito con loro per la loro gentilezza e mi dà lo spazio e la possibilità di scoprire da me stesso che c'è un Dio e che egli si preoccupa per tutti noi. La chiesa mi ha dato la possibilità di fare meglio e a diventare un padre e un marito migliore. Mostra altro

  • Sono mormone perche' credo fermamente nelle parole ispirati del Libro di Mormon, credo che il Signore vuole il meglio per i suoi figli e che ha rivelato il modo per tornare a stare con Lui attraverso la fede, pentimento, battesimo e le altre sacre ordinanze che ci portano a Lui. Credo che la famiglia possa essere eterna seguendo l'istruzioni di Dio e dimostrando amore, compassione e fede nelle nostre case. Amo profondamente il mio Salvatore e il sacrificio che ha compiuto nel giardino di Getsemani e sulla croce. Lui ci ama e voglio fare di tutto per aiutare gli altri a sentire questo amore. Mostra altro

  • Sono nato quando i miei genitori si erano da poco convertiti alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. All'età di otto anni ho liberamente scelto di farmi battezzare. Ricordo bene il giorno in cui sono stato battezzato e le emozioni che ho provato emergendo dal fonte battesimale, tra le braccia di mio padre. Durante l'adolescenza, quando ho affrontato le prime sfide della vita, ho sentito l'esigenza di partecipare con maggiore assiduità alle riunioni e alle iniziative della Chiesa, costruendo durevoli legami di amicizia con tanti altri coetanei e ponendo le basi per conoscere appieno Gesù il Cristo e il Suo Vangelo. Mia moglie ed io ci siamo sposati in un Tempio Mormone non "finché morte non ci separi" ma "per tutto il tempo e per tutta l'eternità". Sono mormone ma l'eredità che intendo lasciare ai posteri non è racchiusa esclusivamente in questa etichetta. Preferisco considerarmi un figlio di Dio, dotato, al pari dei miei fratelli e sorelle, di un potenziale divino che mi è stato conferito per sviluppare talenti e doni da mettere a disposizione del prossimo. Sono un uomo, con i miei vizi e i miei difetti, ma allo stesso tempo desideroso di acquisire maggior luce e conoscenza per trasformare le mie debolezze in punti di forza. "E se gli uomini vengono a me, mostrerò loro la loro debolezza. Io do agli uomini la debolezza affinché possano essere umili; e la mia grazia basta a tutti gli uomini che si umiliano dinanzi a me; poiché, se si umiliano dinanzi a me, ed hanno fede in me, allora farò in modo che le cose deboli divengano forti per loro". (dal Libro di Mormon, Ether 12:27) Riconosco di essere fragile e desidero trovare equilibrio, guida e coraggio. Ecco perché sono mormone. Mostra altro

  • Ero credente e praticante, nella religione nella quale sono cresciuta. Diversi eventi spiacevoli e difficili hanno messo in luce la fragilità di quel credo. Nessuna risposta concreta, nessun riferimento fermo, Dio era dietro un'innumerevole schiera di altri personaggi, di dogmi, di imperscrutabilità. Dov'era mio Padre? Volevo tornare a Lui, come nei tempi felici della mia infanzia. Quando ho conosciuto i missionari nel 1998 ero piuttosto arrabbiata. Dopo un anno di preghiere ho ricevuto una limpida e chiara risposta su ciò che avrei dovuto fare. Comprendo molto bene Joseph Smith quando afferma: "Io sapevo e sapevo che Dio lo sapeva, e non potevo negarlo, né avrei osato farlo". Quindi ho fissato la data per il battesimo e sono andata avanti per la mia strada, nonostante l'opposizione della mia famiglia. Ho rispetto per la mia famiglia e comprendo le loro perplessità. In questi anni anche loro hanno un po' compreso ciò che il Vangelo è per me e molte cose sono andate a posto. Dio li ha grandemente benedetti. La vita è molto più di quel che vediamo ora. Siamo molto più di quel che pensiamo di essere. La mia mente vacilla spesso di fronte a certe cose, mi pare impossibile essere parte di una cosa così grande. Le cose si sono fatte più chiare con il matrimonio nel tempio e con la nascita di mio figlio. Adoro lavorare con la genealogia. Si sentono e vivono esperienze meravigliose. Mostra altro

  • I miei antenati mi hanno lasciato un grande retaggio di fede. Studiando la mia genealogia ho imparato chi erano, cosa facevano, chi erano i loro amici e qual era la loro reputazione. Quando ho scoperto di appartenere a una famiglia con delle alte norme morali, ho provato pura felicità. Mentre scrivevo le storie dei miei antenati, ho potuto notare dei determinati tratti caratteriali che sono stati tramandati di generazione in generazione e che per me sono importantissimi. Ho imparato che il Vangelo influenza molto le nostre vite. Non garantisce l’assenza di problemi come le malattie, la perdita del lavoro, l’ostilità da parte di alcuni gruppi di persone e così via, ma quando io vivo il Vangelo, trovo in me la forza di superare gli ostacoli, di accettare le cose difficili e incomprensibili che mi accadono nella vita, e di vederle come una possibilità di diventare migliore e di accrescere il mio progresso personale. So chi sono. Io sono una figlia di Dio, e ho affidato la mia vita a Lui. Non è una fiducia cieca, ma verifico con Lui il percorso della mia vita. Non chiedo a Dio di fare per me ciò per cui io non sono pronta a dedicare il mio tempo e il mio impegno. Tratto la mia vita e la vita dei membri della mia famiglia come se fossero un dono inestimabile. Le considero dei tesori e desidero colmarle solo di ciò che voglio che resti come quanto di più bello da ricordare. Tra molti anni, vorrò voltarmi indietro e, analizzando il mio percorso ed i miei traguardi, vedere che la mia vita mi è piaciuta, che non ho rimpianti e che essa non è stata sprecata. Amo Dio. La Chiesa ha aiutato la mia famiglia a perseverare nei momenti difficili della nostra vita. Oggi ci sostiene. In questa Chiesa ho trovato la conoscenza meravigliosa e preziosa che le famiglie possono stare insieme per sempre. Questa consapevolezza è stupenda; ci rende responsabili — riguarda l’eternità! Mostra altro

Nessun risultato