mormon.org Mondiale

Ciao, mi chiamo Norman

  • Norman Tolk
  • Norman Tolk
  • Norman Tolk
  • Norman Tolk
  • Norman Tolk
  • Norman Tolk
  • Norman Tolk
  • Norman Tolk

Chi sono

Sono cresciuto in una piccola fattoria nell’Idaho e sapevo che sarei diventato un fisico sin dalla seconda elementare. Questa passione si è ora allargata fino a includere la mia famiglia, la musica e la fede mormone. Ognuna di queste cose dà significato e grande ricchezza alla mia vita. Mia madre discendeva dai pionieri ed era membro della Chiesa mormone sin dalla nascita. Mio padre apparteneva alla Chiesa riformata olandese, una religione calvinista. Ciò nonostante egli sostenne me e mia sorella nella nostra religione e in seguito si unì alla fede mormone. Dai miei genitori ho imparato i valori del lavorare sodo, dell’integrità e della ricerca della verità e della comprensione. Dopo le scuole superiori, me ne andai di casa per studiare fisica a Boston e a New York. Durante la scuola, incontrai la donna che sarebbe diventata mia moglie e la mia più cara amica. In quel periodo stava terminando i suoi studi in pianoforte e ovviamente mi fece avvicinare alla musica. Da giovane, avevo imparato a suonare una serie di strumenti, ma nessuno molto bene. Quindi, scoprii di essere qualificato solo per fare il direttore d’orchestra. Sin da allora, io e mia moglie siamo stati molto coinvolti con la musica nella nostra chiesa e nella comunità. Per esempio, ogni anno nel periodo natalizio eseguiamo il Messiah di Handel con un’orchestra e un coro al gran completo. Come fisico, ho il privilegio di provare a capire e orchestare la materia a un livello atomico e subatomico, cosa che mi dà grande gioia. Ma mi dà ancora più gioia e soddisfazione mettere in pratica gli insegnamenti di Gesù Cristo come insegnati nella religione mormone e provare ad essere una buona influenza per i miei figli e per chi mi circonda.

Perché sono mormone

Sono nato in una famiglia che rappresentava sia il mormonismo sia la fede protestante. Di conseguenza, ho dovuto decidere presto il mio orientamento religioso. In questa impresa mi aiutò il mio desiderio di essere uno scienziato, che a mio parere significava essere un ricercatore della verità. Mediante lo studio approfondito e la preghiera, scoprii che i principi cristiani insegnati dalla Chiesa mormone sullo scopo dell’esistenza, sul nostro rapporto con Dio e sulla natura eterna della famiglia divennero la base di una fede fervente. In questo processo, ricevetti una forte testimonianza che questi principi sono effettivamente veri, una testimonianza che resiste e continua tuttora a crescere. Ciò non vuole assolutamente significare che credo di sapere ogni cosa. Nella religione come nella scienza, dobbiamo avere l’umiltà di sapere che siamo ancora fanciulli e abbiamo molto da imparare. In realtà, questa è una della grandi gioie della vita: continuare a imparare e a progredire. Un principio estremamente importante è che Dio ama tutti coloro che sono venuti su questa terra e desidera che ciascuno di noi progredisca e prevalga. La religione mormone offre una prospettiva senza precedenti degli scopi della vita.

Come vivo la mia fede

La mia fede influenza ogni aspetto della mia vita e non può essere divisa in compartimenti. È stata assolutamente fondamentale nel crescere cinque figli, tutti ora con famiglie felici proprie. Il mio coinvolgimento con la musica, che credo sia un linguaggio celeste, mi ha dato l’enorme privilegio di lavorare a stretto contatto con persone di razze e religioni diverse. Il mio lavoro di fisico ha offerto a me, e alla mia famiglia, l’opportunità di viaggiare per il mondo per partecipare a conferenze e collaborare con colleghi stranieri. Posso dire onestamente che mi sono state poste tante domande sulla mia religione quante me ne sono state fatte sulla scienza. Questa continua a essere una magnifica occasione per condividere i principi del Vangelo con amici di culture diverse.