mormon.org Mondiale
Simona: artista, insegnante, volontariato, cioccolata, animali, servizio, Mormone.

Ciao, mi chiamo Simona

Chi sono

Sono la moglie di un eccezionale uomo che fa il camionista. Spesso mi ritrovo sola ma le mie giornate sono intense e piene di attività. Faccio sport la mattina e nel pomeriggio vado a prestare il mio servizio come volontaria presso una struttura del mio paese per aiutare i bambini a fare i compiti. Non esiste modo migliore di dimostrare al prossimo che lo amiamo se non attraverso il servizio ed io mi sento felice quando posso dare il mio contributo e posso aiutare i bambini che sono il futuro della nostra società e posso lasciare qualcosa di buono anche a loro che non sono i miei figli.Mi piace l'arte in ogni sua forma infatti dipingo, modello l'argilla e suono il pianoforte e spesso vengo chiamata ad insegnare a decorare la ceramica presso una scuola a dei ragazzi portatori di handicap . Per me l'arte oltre ad essere un mezzo di espressione è la mia valvola di sfogo; quando sono triste o afflitta da certi pensieri, mi applico e tutto come per magia passa . Sono innamorata della natura e mi sforzo di rispettarla il più possibile e amo anche gli animali, ma per ragioni di spazio possiedo solo tre gatti. Amo molto anche cucinare; dalle nostre parti il cibo riunisce le famiglie attorno alla tavola ed essendo golosa di dolci mi diletto spesso a sperimentare ricette e a condividere le foto con i miei amici...ma il mio vero amore è la cioccolata !!!!

Perché sono mormone

Sono nata da una buona famiglia e da buoni genitori . Fin da piccola mi hanno insegnato a credere in Dio , ad andare in chiesa e dire le preghiere.Sono nata nel credo cristiano cattolico, così ho ricevuto il battesimo e fatto anche la comunione ma all'età di 12 anni è successo qualcosa che mi ha fatto sentire che quello in cui credevo non mi bastava.E' come se avessi un puzzle e mi mancassero alcune tessere per completare il quadro. Ero sempre attenta , ascoltavo sempre la domenica eppure non mi sentivo fare parte di quel mondo. A quel tempo ero solo una ragazzina ma desideravo avvicinarmi a quel Dio così lontano da me e così dopo poco tempo, sia dei membri della chiesa che conoscevano i miei genitori( che svolgevano l'incarico di insegnanti familiari e visitavano la nostra casa)che i missionari ,ci hanno invitato ad andare ad un'attività in chiesa di carnevale e abbiamo fatto amicizia con altri ragazzi. Da allora i missionari ci hanno insegnato quali erano i principi su cui si basava la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni e ci invitavano spesso a pregare e a chiedere personalmente a Dio se quello che dicevano era vero. Non ho visto mai angeli e neanche i cieli aperti ,se proprio lo volete sapere, ma ho sentito nel mio cuore dei sentimenti di pace e tranquillità....quei sentimenti che si provano quando sai di aver fatto la cosa giusta e il tuo cuore è in pace! Da allora sono passati 20 anni e mi sento onorata di essere membro di questa Chiesa, perchè adesso so chi sono io,da dove sono venuta, dove andrò e cosa diventerò. Il mio rapporto con Dio è diventato molto familiare. Lui non è un entità astratta, lontana e irraggiungibile, ma un Padre affettuoso che ama ogni persona , che non guarda ai difetti e alle imperfezioni dei suoi figli ma vuole che gli dimostrino il loro amore attraverso l'obbedienza e facendo le cose giuste, semplicemente perchè vuole che siano felici e si preparino per incontrarlo. So che quando Lo prego, Lui mi ascolta sempre!!

Come vivo la mia fede

Oltre a svolgere un servizio al di fuori dalla Chiesa, svolgo un incarico come presidentessa e insegnante di un gruppo di dolcissime giovani che vanno dai 12 ai 18 anni.Con loro ogni domenica parliamo di argomenti del Vangelo e di come possiamo applicarle ai nostri giorni, nelle nostre case e famiglie e con i nostri amici .In più ci riuniamo per fare delle attività per stare insieme e per insegnare loro alcune cose che saranno utili per la loro vita futura, come cucinare, cucire, essere autosufficienti ecc.Sono anche la pianista del mio rione.Non mi reputo una professionista ma metto le mie conoscenze a disposizione per dare una mano in qualsiasi circostanza. Quando serviamo gli altri oltre a stare bene noi stessi ed edificare il prossimo, i nostri talenti o qualità come per incanto migliorano . La pratica e l'esercizio costante ci rendono più consapevoli delle nostre capacità e a spingerci oltre i nostri limiti. Mi reputo una persona molto pratica e mi piace lavorare e non soltanto ascoltare.