mormon.org Mondiale

Ciao, mi chiamo Matthieu

  • Matthieu Bennasar
  • Matthieu Bennasar
  • Matthieu Bennasar
  • Matthieu Bennasar
  • Matthieu Bennasar
  • Matthieu Bennasar
  • Matthieu Bennasar
  • Matthieu Bennasar

Chi sono

Famiglia: Ho sposato la ragazza dei miei sogni e siamo stati benedetti con un rapporto eccezionale sin dal nostro incontro. Questo legame è probabilmente ciò che mi definisce meglio, subito accanto al mio rapporto con Dio. Sicuramente è ciò che mi sta più a cuore. Siamo i genitori felici di tre figli, che vanno dai cinque ai dieci anni. Amiamo stare con loro, osservare con attenzione i loro progressi, far loro i complimenti per i loro piccoli ma evidenti talenti o fare dei giochi sciocchi ma che ci aiutano a creare un legame con loro. Sembra che abbiano ereditato una scintilla di divinità, o almeno così pare il più delle volte... Lavoro: Sono socio di una società di consulenza. Faccio il consulente da dodici anni e aiuto le aziende a progettare la propria strategia di gestione del rischio, ad attuare un sistema di gestione della sicurezza dell’informazione o a costruire un piano di continuità aziendale. Ha un suono terribile, ma mi piace, ed è molto meglio di quello che sembra! Mi piace aiutare tutti i tipi di organizzazioni utili, dalle grandi società di comprovata affidabilità alle piccole industrie locali e tutto quello che c’è in mezzo. Ho ottenuto dei riconoscimenti e una maggiore pubblicità per l’azienda dopo che, alcuni anni fa, ho scritto un libro sulla pianificazione della continuità aziendale che è stato insignito di premi. Inoltre: - Realizzando un sogno dell’infanzia, ho superato l’esame di certificazione come leader di montagna nel 2009 e mi piace molto scalare le pareti rocciose e i ghiacciai, fare escursioni in montagna e sciare. Stare sulle montagne mi dà un senso di libertà personale, lenisce le irritazioni che il nostro stile di vita moderno sembra sempre portare con sé e mi aiuta a creare un legame con la parte divina che la natura sembra sempre rivelare all’uomo. - Mi diletto a scrivere poesie, brevi racconti, un diario personale, saggi e tutte quelle cose che mi aiutano a risolvere il turbinio di pensieri che troppo spesso ronza nella mia mente. - Faccio anche lezione in due università sulla gestione dei rischi, durante le quali attingo alle mie esperienze in montagna per offrire una comprensione migliore del mondo delle imprese. Per me, lo scambio di esperienze con studenti entusiasti è una delle esperienze più gratificanti.

Perché sono mormone

Ho deciso di essere mormone perché credo che i principi e le credenze della Chiesa mormone rappresentino il pensiero e la volontà di Dio e perché credo che la Chiesa sia esattamente ciò che suggerisce il suo nome, cioè la Chiesa di Gesù Cristo . Credo che l’uomo che i mormoni considerano un profeta sia davvero il portavoce di Dio sulla terra. Ho deciso di essere mormone anche se vivo in un paese in cui questa religione soffre ancora di alcuni malintesi e incomprensioni da parte dell’opinione pubblica. I miei genitori sono cresciuti con fedi diverse e hanno deciso di unirsi alla Chiesa mormone dopo una ricerca meticolosa e una conferma spirituale. Li ringrazio per aver passato a me gli insegnamenti a cui avevano aderito. Ciò nonostante non potevano passarmi le loro convinzioni personali e il loro credo. Sulle fondamenta che mi hanno fornito, ho edificato la mia opinione personale e ho cercato la mia conferma spirituale.

Come vivo la mia fede

Per me, essere un mormone è molto più di un passatempo domenicale. È persino più di uno stile di vita. Sembra essere intrecciato con ogni filo del tessuto che compone l’arazzo della mia vita, inseparabilmente unito a ogni sua fibra. Ciò nonostante sono molto aperto alle altre religioni. Molti dei miei amici sono di altre religioni o sono atei ed è fonte di grande ispirazione condividere i nostri pensieri e le nostre credenze. Nei miei incarichi in chiesa, cerco di trascorrere molto tempo con i giovani, andando a fare arrampicate o escursioni, o provando a prepararli per le sfide del futuro. Per me, essere un mormone significa anche prendersi cura gli uni degli altri, dando una mano a chi è nel bisogno, creando rapporti duraturi e facendo sì che tutto questo diventi parte integrante delle nostre abitudini quotidiane (insieme alla preghiera o alla lettura dei testi sacri). Sono particolarmente aperto in merito al mio credo religioso, anche se vivo in un paese in cui la religione è considerata un argomento molto privato. Cerco di non essere invadente, ma ho scoperto che la maggior parte delle persone è molto curiosa di sapere cosa ci rende chi siamo, soprattutto se ha a che fare con la religione.