mormon.org Mondiale

Ciao, mi chiamo Julie

  • Julie McGurk
  • Julie McGurk
  • Julie McGurk
  • Julie McGurk
  • Julie McGurk
  • Julie McGurk
  • Julie McGurk
  • Julie McGurk

Chi sono

Ho cinquantuno anni e lavoro in radio sin da quando ne avevo diciannove. Sono riuscita a farlo perché ho frequentato una scuola professionale quando avevo diciotto anni. Tale scuola è durata nove mesi e mi ha insegnato una professione che dura da trent’anni. Sono sposata e ho due figli. Avrei voluto avere altri figli, ma io e mio marito abbiamo cominciato un po’ tardi e sentivamo che stavamo diventando troppo vecchi per averne ancora. Ma adoro i bambini. Amo osservarli, parlare con loro e vedere come reagiscono ai loro problemi. Penso che possiamo imparare molto osservando attentamente i bambini.

Perché sono mormone

Sono mormone perché è uno stile di vita meraviglioso. Forse è un po’ troppo semplicistico, ma bisogna considerare che, crescendo, non ho avuto alcuna formazione religiosa. I miei genitori ci amavano, ma non avevano voglia di vivere il rigore connesso a una vita religiosa. Di conseguenza, scivolarono in alcune cattive abitudini che mi portarono a chiedermi se tutte le famiglie fossero così caotiche. Dopo essermi domandata perché la mia amica ogni mercoledì frequentasse una cosa chiamata catechismo, mia madre mi spiegò che quella era la sua religione. Chiesi allora quale fosse la mia. Mi rispose: “Tu sei mormone”. Non avevo idea di cosa significasse. Non ero mai stata a una riunione, né, tanto meno, ero stata battezzata nella Chiesa. Dopo ulteriori domande, mia madre decise di farmi incontrare i missionari in modo che mi potessero spiegare che cosa credevo. Nel momento in cui quei due giovani uomini entrarono nella mia stanza, capii che c’era un modo diverso di vivere. Il loro messaggio fu come una cima di salvataggio in mezzo a un mare spesso in tempesta. Imparai che il mio Padre in cielo mi ama e che ha un piano per me e per la mia famiglia. Era qualcosa che non avevo mai preso in considerazione fino al momento in cui udii il messaggio portatomi dai missionari. La cosa interessante di questa storia è che anche i miei genitori trovarono una cima di salvataggio. Tutta la nostra famiglia cambiò. Le cose diventarono più tranquille e piene di significato. Il caos era una cosa del passato. Scoprii che questa religione è un modo di vivere e non qualcosa da fare solo di domenica. Ti accompagna dal lunedì mattina al sabato sera meglio di qualsiasi altra cosa avessi mai visto fino allora o abbia mai visto fino ad oggi.

Come vivo la mia fede

Per tutta la mia vita da adulta ho insegnato ai giovani. Mi piace molto. Amo i bambini ed essere in grado di portare loro la buona novella del piano del Padre Celeste è la cosa più gratificante che abbia mai provato.