mormon.org Mondiale

Ciao, mi chiamo John

  • John Chen
  • John Chen
  • John Chen
  • John Chen
  • John Chen
  • John Chen
  • John Chen
  • John Chen

Chi sono

Sono un americano cinese. Sono nato e cresciuto in Cina, ma sono venuto negli Stati Uniti per fare l’università 22 anni fa. Ho due figli. Mi piace viaggiare e il mio lavoro richiede sempre di viaggiare. Non riesco a stare in un luogo per più di tre mesi senza viaggiare. Se mi chiedete chi sono, vi dico: in primo luogo sono un mormone, poi sono un padre e marito, e infine un professionista di un’organizzazione. Amo l’istruzione e mi piace avere intorno studenti universitari. Sono stato trasformato da questo paese, da questa chiesa e in cambio, ciò che ho fatto nella vita e nel lavoro influenza la vita di altre persone.

Perché sono mormone

Se credo veramente che ci sia un Dio? Perché si sceglie di essere mormone? Queste sono domande che mi sono state poste ripetutamente. Di solito dico alle persone che credo che ci siano Dio, Gesù Cristo, e lo Spirito Santo. Ho avuto tre grandissime benedizioni: la prima riguarda la mia famiglia. Dopo essere diventato mormone, c’è più amore in famiglia. Ho scoperto di amare di più mia moglie, dal momento che condividiamo gli stessi valori nella vita e comprendiamo che come famiglia abbiamo davanti una vita eterna. La seconda benedizione riguarda mio figlio. Come genitori non siamo perfetti, ma è perfetto avere un figlio che cresce studiando la Bibbia. La Bibbia gli insegnerà ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Ogni sera, prima di andare a dormire, mio figlio legge le Scritture e prega in ginocchio. Egli è uno studente da 10 e lode. Dico spesso che ha successo grazie al Libro di Mormon. La terza benedizione riguarda la mia saggezza. Dopo essermi unito alla Chiesa, posso parlare meglio e più efficacemente dei principi di leadership e comunicazione.

Storie personali

In che modo i tuoi talenti possono benedire gli altri?

L’amore e la disponibilità a servire sono fondamentali per influenzare significativamente gli altri.

In che modo ti ha aiutato lo Spirito Santo?

Lo Spirito Santo mi aiuta a ottenere la pace interiore. Mi dà semplicità di pensiero e capacità di prendere decisioni.

Perché e come condividi il Vangelo con i tuoi amici?

La felicità deriva dalla carriera e dalla vita. Credo spesso che, se si ha una famiglia e dei figli, non si è felici se i propri figli non sono felici o non vanno bene a scuola. Ho scoperto che non è sufficiente che siamo noi genitori a istruire i nostri figli. Ho scoperto il potere della religione, che contribuisce a formare nei bambini gli obiettivi per il loro futuro. Una volta che trovano la motivazione in se stessi, la loro capacità di fare, studio incluso, viene rafforzata. Quando si tratta di istruzione dei figli, spesso parlo ai miei amici del Vangelo.

In che modo frequentare le riunioni della Chiesa ti ha aiutato?

Andare in chiesa ogni domenica è uno dei momenti più belli della settimana. Mi aiuta a rafforzare la mia identità e la nostra comunità. Mi aiuta a considerare ciò che ho fatto di male durante la settimana e a prepararmi per gli impegni della settimana seguente. Siamo esseri umani, non macchine. Non possiamo dire che avremo sempre fede solo perché siamo stati battezzati. Dobbiamo rinnovare il nostro impegno ogni settimana e ricordarci chi siamo. Inoltre, andare in chiesa allevia molto i fardelli mentali. Ogni domenica, dopo essere tornato dalla chiesa, mi sento fresco.

Come vivo la mia fede

Sono il primo consigliere del vescovato del nostro rione. Ho imparato due principi importantissimi. Uno è come aiutare il vescovo ad agire bene, l’altro è sviluppare amore attraverso il servizio. Servire nel vescovato è una benedizione perché si apprendono capacità di dirigenza.