mormon.org Mondiale

Ciao, mi chiamo Jason

  • Jason Slatter
  • Jason Slatter
  • Jason Slatter
  • Jason Slatter
  • Jason Slatter
  • Jason Slatter
  • Jason Slatter
  • Jason Slatter

Chi sono

Mi chiamo Jason. Sono un marito e padre di cinque figli meravigliosi. Sono un avvocato fiscalista internazionale e recentemente ho lasciato le sicurezze che avevo acquisito nella mia carriera per mettermi in proprio, portare la mia famiglia a vivere dall’altra parte del paese e aprire una serie di scuole di musica rock. Amo la musica e mi piace vedere l’influenza trasformatrice che questa può avere su un bambino. Le parti più importanti della mia vita, quelle che definiscono chi sono veramente, sono la mia famiglia e la mia religione.

Perché sono mormone

Benché io sia cresciuto nella Chiesa, credo di essermi veramente convertito molto più avanti nella mia vita. Come persona, ho bisogno che siano le mie esperienze personali e i miei pensieri a dettare le mie convinzioni, e questo mi ha portato ad accettare il Vangelo nella mia vita molto più tardi della norma. Più invecchio, più sono davvero grato per il Vangelo e le mie convinzioni. Sono grato perché so di essere figlio di un amorevole Padre Celeste e che, mediante il nostro Salvatore, posso superare tutte le mie imperfezioni, prove terrene e difficoltà. So che, se continuerò a sforzarmi di vivere i principi del Vangelo, io e la mia famiglia saremo insieme per sempre. La promessa delle famiglie eterne è la più grande benedizione e il maggior conforto della mia vita.

Come vivo la mia fede

Una delle più grandi benedizioni della mia appartenenza alla Chiesa è l’opportunità di frequentare una comunità eccezionale composta da persone che condividono le mie stesse convinzioni. Io e la mia famiglia abbiamo vissuto in molti rioni negli ultimi quindici anni e ciascuno di loro è stato una benedizione straordinaria per noi. Ho scoperto che più servo i membri del mio rione, più la mia vita viene benedetta. Mi piace servire nella Chiesa e al momento servo nel mio rione come insegnante. In passato ho lavorato molto nell’organizzazione dei giovani della Chiesa.