mormon.org Mondiale

Ciao, mi chiamo Henriette

  • Henriette Lersch
  • Henriette Lersch
  • Henriette Lersch
  • Henriette Lersch
  • Henriette Lersch
  • Henriette Lersch
  • Henriette Lersch
  • Henriette Lersch

Chi sono

Sono nata in Germania, ma sono cresciuta a Vienna, in Austria. I miei genitori sono appassionati di arte e di musica, così ho scoperto la liuteria, che amo sin da quando ho iniziato all’età di vent’anni. La liuteria mi ha portato in Italia, in Germania, nei Paesi Bassi e a New York. Ho un paio di nipoti simpaticissimi e una nipote incantevole e mi piace continuare a sviluppare la mia reputazione di zia meravigliosa. Mi piace ascoltare i concerti, andare a fare escursioni, andare in bicicletta per le strade di Vienna, trascorrere del tempo con familiari e amici e adoro frequentare i caffè viennesi per rilassarmi o filosofare per ore.

Perché sono mormone

I miei genitori, quando si battezzarono, rimasero colpiti dal desiderio dei membri di vivere davvero secondo i principi della loro fede. Lo stesso fanno i miei genitori. Il Vangelo ha avuto una parte importante nella nostra vita familiare, era una realtà e ci ha dato molta forza. Quando mio padre mi chiese, prima del mio ottavo compleanno, se volessi essere battezzata, rimasi stupita: avevo sempre pensato che essere battezzati fosse una cosa buona, avevo sentito l’influenza del Padre Celeste e avevo visto come il Vangelo aveva operato nella mia vita, quindi era ovvio che volessi essere battezzata. Dopo i primi anni adolescenziali, ricchi di insegnamenti ed esperienze spirituali, seguì un periodo critico, caratterizzato da una certa dose di scetticismo — avevo vent’anni quando decisi nuovamente che una vita nel Vangelo era ciò che desideravo. Credo nell’Espiazione di Gesù Cristo. Il Vangelo mi aiuta a rimanere concentrata sulle cose importanti della vita.

Come vivo la mia fede

Lavoro nell’organizzazione per i bambini del mio rione. Con l’aiuto di altri membri, organizziamo le riunioni domenicali per i bambini. Cerchiamo di creare un ambiente nel quale i bambini possano approfondire il loro rapporto con Dio. I bambini, inoltre, si assumono piccoli incarichi che li aiutano ad accrescere le loro abilità e la loro autostima. Cerco di aiutare i bambini a sentire che il Padre Celeste e Gesù Cristo vivono ed esistono e che si curano di loro e li amano. Nel mio laboratorio organizzo concerti e mostre, così amici e conoscenti hanno l’opportunità di condividere e apprezzare i talenti reciproci in un ambiente accogliente e gratuito. Spero anche di dare un po’ di anima e colore al quartiere, così come l’opportunità alle persone che vivono nella mia zona di conoscersi.