mormon.org Mondiale

Ciao, mi chiamo Al

  • Al & Lisa Burns
  • Al & Lisa Burns
  • Al & Lisa Burns
  • Al & Lisa Burns
  • Al & Lisa Burns
  • Al & Lisa Burns
  • Al & Lisa Burns
  • Al & Lisa Burns

Chi sono

Sono cresciuto nel nord dello Utah, in una famiglia composta da otto persone. A 12 anni sono sopravvissuto a una battaglia contro il cancro che ha cambiato la mia vita. In seguito ho svolto una missione di due anni per la Chiesa, a Parigi, in Francia. Al mio ritorno ho sposato la donna dei miei sogni, Lisa, che, ancora oggi, è la donna della mia vita. Per molti anni mi ha sopportato mentre lavoravo come pirotecnico e studiavo, per dieci anni per la precisione. Nel frattempo, abbiamo avuto quattro figli e ne abbiamo adottati due, abbiamo abitato quasi in ogni luogo di questa grande nazione e abbiamo vissuto l’avventura di una vita. Ora viviamo in una cittadina del Texas dove lavoro come dentista pediatrico e mia moglie ha una scuola di danza ed è il cervello del mio studio. Stiamo per adottare il settimo figlio e stiamo cercando di capire in che modo la nostra vita possa essere ancora più folle. Mi piace la squadra di football del Nebraska, pescare, i fuochi di artificio e trascorrere tempo con la mia famiglia e mia moglie. Non sono perfetto, ma faccio del mio meglio. Il Signore ci ha benedetti immensamente.

Perché sono mormone

Prima di tutto, sono mormone perché sono profondamente convinto che Gesù Cristo sia il mio Salvatore. Grazie al Suo esempio e al Suo sacrificio, posso migliorare la mia vita e quella degli altri, riempiendola di felicità, anche nei momenti di dolore. È tramite le promesse e gli insegnamenti vincolanti che si trovano nella Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni che mi avvicino a Dio e alle Sue vie portando così nella mia vita la speranza di raggiungere la massima felicità . Sono mormone anche perché sono profondamente convinto che il Libro di Mormon sia la parola di Dio. Ho letto questo libro molte volte e so che in esso è contenuto il vangelo di Gesù Cristo. So, inoltre, che coloro che leggono il libro possono chiedere a Dio con fede di dar loro la stessa risposta che ho avuto io: che è vero. Ho anche la profonda convinzione che Joseph Smith abbia aiutato Dio a restaurare la vera Chiesa di Gesù Cristo e a farci pervenire il Libro di Mormon. Dio mi ha confermato tutto ciò senza alcun dubbio tramite sensazioni e pensieri. So che Dio non ci ha lasciati da soli a cavarcela in questa vita. Credo che Dio mandi i profeti per guidare il Suo popolo. Lo ha fatto nell’antichità e continua a farlo oggi. So che Dio ha chiamato un uomo a servire come profeta ai nostri giorni. A partire da Joseph Smith fino al nostro profeta attuale, Thomas Monson, non ho alcun dubbio che Dio diriga la Sua chiesa tramite un profeta e degli apostoli. Ho una testimonianza profonda e imperitura di questa verità. In ultimo, sono mormone per lo stile di vita che la Chiesa mi insegna a condurre e per la promessa di poter essere con la mia famiglia per sempre, non solo durante questa vita, tramite l’obbedienza ai comandamenti di Dio. Solo nella Chiesa queste promesse possono essere mantenute. Il potere di unire le famiglie per l’eternità si trova qui e porta grande gioia nella mia vita. Sono mormone dopo aver vissuto una serie di esperienze che mi hanno mostrato innegabilmente che sono nel posto giusto. Dio mi ha detto che ha grandi cose in serbo per me se vivo la vita che Egli vuole che io viva.

Come vivo la mia fede

Metto in atto la mia religione in molti modi. Eccone alcuni. Cristo ama i bambini e ci ha raccomandato di essere più simili a loro. Per questo motivo, nella mia vita, al lavoro e a casa, mi sono circondato di bambini. Sono un grande esempio per me e ho la grande benedizione di trascorrere le mie giornate guardando il mondo attraverso i loro occhi. Al lavoro, dove incontro fino a cento bambini al giorno, o a casa con i miei sette figli, la mia vita è molto più felice perché sono circondato da bambini. Capisco perché Cristo amasse avere i fanciulli intorno a Sé. Dedicare la vita ad aiutare i bambini ha dato alla mia vita un scopo concreto. Sono un dentista pediatrico. Non capisco un granché di contabilità, ma Dio ha detto che può far sì che le nostre debolezze diventino i nostri punti di forza. Nella Chiesa, nella mia congregazione locale, servo come archivista finanziario. Egli mi aiuta e mi insegna ad apprendere qualcosa di nuovo. Nella nostra Chiesa, il servizio prestato è a titolo gratuito, e donare il mio tempo a Dio e guardare come Egli mi aiuta sono vere benedizioni. Inoltre, vivo la mia fede permettendo a ciò che la mia religione mi insegna di essere parte della mia vita quotidiana. Mi insegna a lavorare sodo. Mi insegna a essere onesto. Mi insegna che tutti i figli di Dio sono uguali e devono essere trattati allo stesso modo. Mi insegna che devo continuare sempre a imparare. Mi insegna a provare a fare la differenza nella vita delle persone. Mi insegna a condividere ciò che Dio mi ha dato. Mi insegna che devo condurre una buona vita se voglio essere felice. Metto in atto la mia religione cercando di raggiungere quello che tutti noi proviamo a ottenere: la felicità. Alcuni scelgono metodi noti per ottenere soddisfazioni a breve termine oppure scelgono la strada più facile con la promessa di euforia o ricompense. Altri scelgono la via che sembra più logica o diffusa. Io, invece, vivo la mia fede cercando di scegliere la strada che Dio vuole che io intraprenda sapendo che Egli desidera che io sia veramente felice. Per questo motivo, ogni giorno sorrido molto, perché so che Dio ha un piano per me.