mormon.org Mondiale

Il Libro di Mormon

La Parola di Dio

Richiedi una copia gratuita del Libro di Mormon

I missionari stanno regalando copie del Libro di Mormon in tutto il mondo, anche in questo momento mentre leggi queste parole. Quindi che cos’è questo libro? Se viene distribuito gratuitamente, perché così tanti membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni considerano il loro Libro di Mormon come uno delle cose più preziose in loro possesso? Che tipo di libro può spingere così tanti lettori a cambiare la loro vita, la loro mente e il loro cuore? Che genere di libro è in grado di rispondere alle domande della vita a cui apparentemente non v’è risposta?

Il Libro di Mormon è la parola di Dio, proprio come la Bibbia. È una Sacra Scrittura, con forma e contenuto simili a quelli della Bibbia. Entrambi i libri contengono le istruzioni rivelate da Dio ai profeti come anche la storia religiosa di diverse civiltà. Mentre la Bibbia è stata scritta dal popolo della terra di Israele e delle zone circostanti e la storia in essa contenuta copre un periodo che va dalla creazione del mondo fino poco dopo la morte di Gesù Cristo, il Libro di Mormon riporta la storia e i rapporti tra Dio e il popolo che viveva nelle Americhe approssimativamente tra il 600 a.C. e il 400 d.C. I profeti del Libro di Mormon fecero un resoconto dei rapporti tra Dio e il Suo popolo che fu poi raccolto da un profeta di nome Mormon su delle tavole d’oro.

Prima che questi devoti cristiani morissero, i loro annali furono attentamente nascosti. Joseph Smith ottenne questi antichi scritti nel 1827, e con il dono e il potere di Dio, fu in grado di tradurli in ciò che abbiamo oggi. Il Libro di Mormon, insieme alla Bibbia, rende testimonianza che Gesù Cristo è il nostro divino Redentore e che, se viviamo secondo i principi del Suo vangelo, possiamo trovare pace in questa vita e felicità eterna in quella a venire.

Tradotto mediante il potere di Dio

Quando Joseph Smith aveva 21 anni, l’angelo Moroni gli consegnò gli antichi annali. Joseph aveva un’istruzione formale pressoché inesistente e non conosceva l’antica lingua con cui erano state scritte le tavole d’oro, ma riuscì a tradurle perché Dio gli conferì il dono e il potere di fare ciò. La traduzione fu completata in meno di tre mesi e nel 1830 furono stampate 5.000 copie del Libro di Mormon a Palmyra, New York. Dio scelse Joseph come profeta, veggente, rivelatore e traduttore per restaurare la chiesa di Gesù Cristo in epoca moderna, e il Libro di Mormon fu indispensabile a questa restaurazione. A Joseph Smith fu dato un incarico straordinario e, poiché rimase degno delle benedizioni del cielo, egli riuscì a portare il Libro di Mormon al mondo.

Per saperne di più su Joseph Smith

Il Libro di Mormon rende testimonianza di Cristo

Noi crediamo che avere fede in Gesù Cristo sia il primo passo per comprendere il Vangelo e ottenere la felicità eterna che Dio, il nostro Padre Celeste, desidera per noi. Ma da dove viene questa fede? In che modo possiamo arrivare a credere che Gesù Cristo è il nostro Salvatore se non sappiamo chi è o che cosa ha fatto? Possiamo sviluppare la fede in Gesù Cristo leggendo di Lui nelle Scritture e pregando per sapere se quel che abbiamo letto è vero.

Il frontespizio dichiara che lo scopo del Libro di Mormon è convincere tutti noi “che GESÙ è il CRISTO, l’ETERNO IDDIO, che si manifesta a tutte le nazioni”. È stato scritto per aiutarci a sviluppare una reale conoscenza di Gesù Cristo e della Sua missione sulla terra. Il Libro di Mormon riconferma ciò che impariamo dalla Bibbia, che Gesù Cristo è il Figlio di Dio venuto sulla terra per aiutarci a vincere i nostri peccati. I popoli del Libro di Mormon, i Nefiti e i Lamaniti, riportarono le loro testimonianze di Gesù Cristo. Molti dei profeti che scrissero negli annali che compongono il Libro di Mormon videro Cristo di persona, proprio come accadde all’apostolo Paolo e come da lui raccontato nella Bibbia (vedere Atti 9:3-6). Il punto culminante del libro è quando Gesù apparve a tutti i Nefiti subito dopo essere risorto. Li benedisse, insegnò loro il Suo vangelo e disse:

Il Libro di Mormon e la Bibbia si sostengono a vicenda

Alcune persone pensano che poiché leggiamo il Libro di Mormon, non leggiamo la Bibbia. È semplicemente falso. È come dire che non mangiamo le arance perché mangiamo le mele. Entrambe sono ottimi frutti! Il Libro di Mormon non è un sostituto della Bibbia. In realtà, poiché il Libro di Mormon e la Bibbia contengono entrambi il vangelo di Gesù Cristo come rivelato a diverse civiltà, studiarli insieme può chiarire alcuni concetti difficili da comprendere. Il Libro di Mormon ci dice di leggere la Bibbia e afferma che il suo messaggio è vero (Mormon 7:8-10). E nella Bibbia, Gesù disse ai Suoi apostoli: “Ho anche delle altre pecore, che non son di quest’ovile; anche quelle io devo raccogliere, ed esse ascolteranno la mia voce, e vi sarà un solo gregge, un solo pastore” (Giovanni 10:16). Cristo visitò queste “altre pecore” nelle Americhe dopo esser risorto, insegnando ai Nefiti lo stesso messaggio che insegnò al popolo d’Israele. Il Libro di Mormon rende molto chiaro che il messaggio di Gesù Cristo e la Sua Espiazione non sono solo per un gruppo di persone in un certo periodo. Sono per tutti, ovunque, dalle origini del mondo fino alla fine. Avere il Libro di Mormon come altro testamento di Gesù Cristo ci rammenta che Egli è consapevole di ognuno di noi.

Il Libro di Mormon risponde agli interrogativi che turbano l’anima

La maggior parte di noi ha alcune domande complesse in testa — quel genere di domande a cui nessun altro riesce davvero a dare risposta. Alcune sono domande di ampia portata sulla natura della nostra esistenza come le seguenti:

Richiedi una copia gratuita del
Libro di Mormon

Quando leggiamo il Libro di Mormon veniamo a conoscenza del Vangelo e del Grande piano di felicità di Dio. Tale conoscenza pone le nostre domande in una prospettiva eterna. Ad esempio, dalle Scritture che dicono che questa vita è “un tempo per prepararsi ad incontrare Dio”, sappiamo che continueremo a esistere dopo la morte e che, osservando i comandamenti, potremo tornare in cielo (Alma 12:24). Apprendiamo inoltre che il pentimento, il perdono e l’alleanza di servire gli altri sono essenziali alla nostra salvezza eterna. Ciascuna di queste domande dell’anima può trovare risposta mettendo in pratica il vangelo di Gesù Cristo così come è scritto nel Libro di Mormon.

Il Libro di Mormon avvicina le persone a Dio

Alcune descrizioni di Dio Lo fanno sembrare astratto e inaccessibile, oppure arrabbiato o vendicativo, ma impariamo nel Libro di Mormon che “Dio si rammenta di ogni popolo” (Alma 26:37) e che come il profeta Lehi del Libro di Mormon, possiamo essere “eternamente circondat[i] dalle braccia del suo amore” (2 Nefi 1:15).

Sebbene potremmo non riuscire a parlare con Dio faccia a faccia in questa vita, Egli ci ha dato le Scritture per aiutarci ad avvicinarci a Lui. Del Libro di Mormon Joseph Smith disse: “Un uomo si avvicina di più a Dio obbedendo ai suoi precetti che a quelli di qualsiasi altro libro”. Ci avviciniamo di più a Dio sviluppando la fede in Lui, e sviluppiamo la fede in Lui quando impariamo a conoscere il Suo piano e osserviamo i Suoi comandamenti.

Il Libro di Mormon ci insegna il piano di Dio e ci mostra come chi vive secondo il Suo consiglio viene benedetto in questa vita e in quella a venire. Quando leggiamo con devozione, lo Spirito Santo può insegnarci, nel profondo del nostro cuore, che le parole del Libro di Mormon sono un messaggio per noi dal nostro Padre Celeste, inviateci come aiuto durante questa vita.

Come sapere che il Libro di Mormon è veritiero.

Ovviamente una cosa è leggere il Libro di Mormon, un’altra è credere nel profondo del nostro cuore che ciò che dice è vero. Questo credere sincero, o testimonianza, nella veridicità del Libro di Mormon si concretizza quando Dio manda il Suo spirito a confermare che ciò che leggiamo è vero. Possiamo sentire questa conferma quando studiamo il Libro di Mormon con diligenza e fede, come ci viene promesso dal seguente versetto:

Il metodo di Dio è semplice: noi leggiamo il Libro di Mormon, preghiamo e chiediamo a Lui di dirci se quello che abbiamo letto è vero, ed Egli ci risponde instillandoci, mediante lo Spirito Santo, sensazioni di pace e di sicurezza. Prima di tutto, dobbiamo studiare diligentemente il Libro di Mormon, mettendo in pratica i suoi principi nella nostra vita e facendo del nostro meglio per comprendere le lezioni che il Signore vuole che impariamo. Poi, dobbiamo pregare “con cuore sincero, con intento reale, avendo fede in Cristo”. Dobbiamo sperare e credere che Dio ci risponderà e potremmo dover pregare più di una volta. Infine, dobbiamo essere disposti ad accettare la risposta, a prescindere da come arrivi. Credere che il Libro di Mormon contenga veramente la parola di Dio significa essere disposti a vivere all’altezza del tenore di fede e obbedienza che Egli in esso descrive. Dio ha promesso che le benedizioni che ci darà saranno di gran lunga superiori dell’impegno necessario per vivere all’altezza dei Suoi elevati criteri.